Manzoni bianco Doc Piave

Questo splendido vino che deriva da una grande intuizione del prof. Manzoni è il frutto di un incrocio genetico tra il Riesling Renano ed il Pinot Bianco, ed ha saputo coniugare le caratteristiche dei due “genitori “ creando una felice armonia. In questo territorio che si apre sulle sponde del fiume Piave e che risente favorevolmente delle brezze marine ha trovato un felice habitat ed un terroir che ne esalta le caratteristiche. La mineralità, l’aromaticità e la freschezza del Riesling si fondono con l’eleganza e la rotondità del Pinot Bianco completandosi a vicenda in un sottile gioco di equilibri armonici. Si presenta con un bel colore giallo paglierino luminoso, talvolta con qualche ricordo verdolino,s empre di buona ed elegante struttura. Al naso risaltano le note di frutta esotica (ananas in particolare seguito da papaia), di pesca, di melone bianco e di erbe aromatiche su un importante fondo minerale. In bocca ritorna questa importante componente sapido-minerale, ma si accompagna all’aromaticità delle sensazioni fruttate in un sottile gioco di equilibrio molto piacevole che lascia un ottimo ricordo. È un vino di corpo che si accompagna a piatti importanti: da provare con scampi crudi leggermente marinati al pompelmo rosa o, come abbiamo fatto noi, con un bel risotto di go (ghiozzi) e biberasse (vongole veraci), ma si esalta anche con carni bianche come supreme di pollo con una salsa alle olive. Interessante, ma ancora in evoluzione, la versione spumante che, date le caratteristiche del prodotto, potrà avere anche dei risultati promettenti.