Carmenère

Il Carmenère deriva dalla "Vitis biturica", giunta nel bordolese in epoca romana e proveniente dal porto di Durazzo - Albania (Columella). Dalla Vitis biturica sono stati selezionati il Carmenère, il Cabernet Franc, il Merlot, il Cabernet Sauvignon, il Malbech, ecc. Trova la sua diffusione in alcuni vini argentini e californiani e in Italia viene coltivato quasi unicamente tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia, dove in passato è stato introdotto perché confuso con il Cabernet franc. In questo habitat ha trovato le condizioni ottimali per esprimere la sua tipicità grazie a terreni franco argillosi che esaltano la sua caratteristica nota erbacea, che dona a questo vino un bouquet unico e inconfondibile.