Bollettino agronomico n° 2 / 2018

Comunicato n. 02/18 Fiorello Terzariol del 3/05/2018

VITE: TRATTAMENTO ANTIPERONOSPORICO CAUTELATIVO.

Meteo: seconda quindicina di aprile caratterizzata da elevate temperature e assenza di precipitazioni.

Fenologia: allungamento dei germogli nella seconda metà di aprile, favorito dalla riserva idrica acquisita con le piogge di marzo e della prima parte del mese di aprile.

Patologie: in previsione dell’elevata variabilità meteo (precipitazioni...) di questi giorni, diventa opportuno un intervento antiperonosporico cautelativo da effettuarsi attorno alla giornata di LUNEDI’ 7 MAGGIO con prodotti di contatto a base di Metiram, Propineb, Mancozeb, Folpet, Ditianon, Rameici.

Per coloro che vogliono utilizzare prodotti a base di Fosetil di alluminio o Fosfonati questo è il momento per iniziare le applicazioni (elevata attività fisiologica), in abbinamento alle sostanze di copertura sopra riportate.
Si raccomanda di evitare miscele estemporanee di Fosetil alluminio o Fosfonati con il Rame, che potrebbero causare problemi di fitotossicità.
Contro l’Oidio, aggiungere al prodotto antiperonosporico lo zolfo bagnabile o micronizzato.
Ripristinare quanto prima la copertura in occasione di piovosità che si verificano dopo il trattamento effettuato.
Da evidenziare infine i soliti primi riscontri dell’Erinosi, dell’Acariosi e/o Tripidi nei giovani impianti, i primi sintomi della Virosi del Pinot grigio e nell’area a sud est della provincia di Treviso del Black rot su foglia.

Leggere con attenzione l’ETICHETTA dei prodotti commerciali da impiegare nella difesa, prima del loro utilizzo.


Si ricorda che l’azienda agricola è obbligata a seguire sempre le indicazioni sull’uso dei prodotti fitosanitari, emanate da eventuali Regolamenti Comunali di Polizia Rurale e, da determinate scelte nell’ambito della sostenibilità ambientale come consigliato nel Vademecum Viticolo della Doc Vini Venezia e del Prosecco Doc (NO Mancozeb, Folpet e Glifosate)!