DATA:
Bollettino agronomico 9 2013



Comunicato n. 09/13 del 20/06/2013

VITE: PERONOSPORA, OIDIO e … ACCELERAZIONE FENOLOGICA

Il settimo (nella realtà “qualcosa” di più a causa dei dilavamenti…)
trattamento antiperonosporico potrà essere posizionato attorno alla giornata di
sabato 22 giugno con prodotti endoterapici Sistemici (terzo intervento) tipo
Metalaxil, Metalaxil-M, Benalaxil, Benalaxil-M, Fosetil di alluminio…oppure,
anticipando l’intervento per coloro che proseguono nella linea Citotropica
Tanslaminare e/o Mesostemica, o iniziando ad utilizzare i prodotti che si
“legano alle cere” (degli acini, quindi da grano di pepe), con sostanze attive tipo:
Zoxamide, Amisulbrom, Ametoctradin.
In questo periodo bisogna elevare l’attenzione anche nei confronti dell’Oidio.
Agli antiperonosporici endoterapici che si impiegano con intervalli superiori agli 8
giorni, utilizzare antioidici tipo Triazoli o I.B.S., Quinoxyfen, Spiroxamina,
Bupirimate, Ciflufenamide…
Attenzione alle varietà (Pinot grigio, Chardonnay..) che presentano già la fase
di “grano di pepe”, per intervenire opportunamente con un antibotritico specifico
quando si arriverà alla successiva fase di prechiusura del grappolo.
Nel prossimo bollettino: primi interventi sulle Tignole di seconda generazione
e controllo (Biologico e ancora Convenzionale) dello Scaphoideus titanus nella
lotta obbligatoria alla Flavescenza dorata della vite.
Nuova veste del Bollettino Vini Venezia da questo numero (il 9°/2013), o meglio
dal prossimo: sintesi, consigli, commenti, qualche “trucco”, ma anche perplessità
e suggerimenti che aspettiamo anche da Voi, fruitori si, ma anche attori del
Servizio.
Meteo (ultimo periodo): aumento termico (max anche di 36-37°C), aumento
dell’umidità relativa media dell’aria giornaliera (65-70%). Assenza di precipitazioni.
Fenologia: da fine fioritura a “quasi” prechiusura dei grappoli nei Pinot.
Peronospora: sempre elevata attenzione! Presenza del fungo a macchia di
leopardo (dal 3 al 30%), in particolare in questi ultimi giorni dove, con l’aumento
dell’andamento caldo-umido si sta notando una bella e fresca muffa (rami
conidiofori) che conferma la forma palese della patologia, sia su foglia che su
grappolo...un po’ ovunque!
Interventi antiperonosporici: in questa fase va bene tutto! Sistemici,
Citotropici, “amanti” (che si legano..) delle Cere (vedi sopra le sostanze), Rameici.
Oidio: attenzione alta! Adesso inizia il bello, anzi è già iniziato in fioritura (la
vera prima fase di rischio inizio infezione). Ora, l’andamento (come più volte
riportato) caldo-umido è il top per questo fungo. Quindi massima attenzione!!!

Fiorello Terzariol