Bollettino agronomico 12 / 2017

Comunicato n. 12/17 del 27/07/2017

VITE: ULTIMO TRATTAMENTO ANTIPERONOSPORICO PER LE VARIETA’ A MATURAZIONE PRECOCE.

Meteo: ultimo periodo meteorologico altalenante, con la basilare piovosità di lunedì 24 luglio che favorirà una accelerazione alle ultime fasi fenologiche e che ha inoltre contribuito ad un benefico abbassamento termico.
Fenologia: Chardonnay in inizio maturazione e Pinot, Merlot e gran parte delle altre cultivar con l’ invaiatura sempre più evidente.
Patologie: si mantengono le presenze ancora contenute, per il periodo, della Peronospora nei diversi ambienti viticoli, sia su foglie (inutile accanirsi sul fungo presente sulle femminelle...!) che su grappolo, anche se negli ultimi giorni qualcosa di larvata si è manifestata sugli acini, in particolare nella Glera.
ll prossimo trattamento antiperonosporico si potrà posizionare verso la fine luglio/inizio agosto con l’ultimo trattamento indicato per le varietà a maturazione precoce, con prodotti Rameici (Idrossidi, Ossicloruri..).
Ripristinare immediatamente il prodotto Rameico in caso di grandinate o di forti piovosità (con l’attenzione di cambiare il prodotto commerciale...).
Contro l’Oidio, si consiglia di intervenire con una adeguata copertura utilizzando lo Zolfo micronizzato (attenzione alle alte temperature).
Ricordarsi sempre l’opportunità dell’impiego dello Zolfo in polvere, in particolare se in presenza del fungo!
Si ricorda di intervenire preventivamente contro la Botrite in questa fase di invaiatura, soprattutto nelle varietà a grappolo chiuso (Pinot, Chardonnay, Tocai..).
Attenzione ai periodi di carenza dei prodotti da impiegare!
Puntuali e sempre maggiori le presenze di viti sintomatiche, in particolare del Mal dell’esca, rispetto alla Flavescenza dorata.

VITE: ULTIMO TRATTAMENTO ANTIPERONOSPORICO PER LE VARIETA’ A MATURAZIONE PRECOCE.

Attenzione ai divieti sull’uso di determinate sostanze attive riportati nei Regolamenti comunali di polizia rurale e/o non consigliati dai
Protocolli/Vademecum viticoli.

Fiorello Terzariol