Bollettino Agronomico 10 2016

Chiusura del grappolo delle varietà a maturazione precoce.

Meteo: ultimo periodo meteorologico caratterizzato, per fortuna, dall’alta pressione atmosferica.
Fenologia: completa chiusura del grappolo nelle varietà a maturazione precoce. Le altre cultivar (Glera, ecc.) sono a grano di pisello.
Patologie: riscontri di Peronospora su foglia e anche in forma larvata su grappolo. Gli alti valori termici e l’assenza di precipitazioni creano condizioni avverse a ipotetiche nuove manifestazioni del fungo (su grappolo..). Comunque sempre alta l’attenzione con gli opportuni interventi antiperonosporici: ancora con prodotti ad azione endoterapica citotropica, con partner il rame, oppure con sostanze che aderiscono alle cere degli acini, tipo la Zoxamide, l’Ametoctradin, l’Amisulbrom.
Alta l’attenzione anche e soprattutto contro l’ Oidio visto le condizioni meteo caratterizzate da un andamento caldo-umido.
Abbinare agli antiperonosporici di contatto/superficie (misti rameici), o di tipo endoterapico, antioidici con pari durata di persistenza.
Si ricorda l’opportunità di applicare nelle varie fasi fenologiche lo Zolfo in polvere.
Si evidenzia il riscontro nell’ultimo periodo del fungo del Black rot e si rammenta che non esistono al momento interventi curativi.
Lotta agli insetti fitofagi: TIGNOLE, CICALINE, COCCINIGLIE…
Dopo aver falciato e/o trinciato l’erba del vigneto, il trattamento insetticida (neurotossico: Clorpirifos o Clorpirifos metil) contro le Tignole dell’uva (picchi Eupoecilia a. attorno al 21-25 e Lobesia b. 26-30 giugno) sarà da posizionare entro il 12 di luglio. Tale intervento è idoneo anche nella lotta alle Cicaline (Scaphoideus titanus, Empoasca vitis, Zygina ramni) e alle varie forme di Cocciniglia (Neopulvinaria innumerabilis, Targionia vitis, Planococcus ficus, Parthenolecanium corni).
Per le aziende ad indirizzo biologico il secondo intervento contro lo Scaphoideus titanus (Piretro) e contro le Tignole dell’uva (Spinosad) dovrà essere posizionato attorno all’8 - 10 luglio; mentre il secondo (Bacillus thuringiensis) contro le Tignole (NO Spinosad) dovrà essere posizionato entro il 9 luglio.
Cicalina del Legno nero (Hyalestes obsoletus): per evitare il passaggio della ciixide (Hyalestes obsoletus) dalle piante ospiti alla vite e quindi favorire potenzialmente la trasmissione del fitoplasma (sintomatologia simile alla Flavescenza dorata!), si raccomanda di NON eseguire lo sfalcio o il diserbo del convolvolo e dell’ortica, nelle aree ai bordi del vigneto (scoline, fossi, capezzagne) per tutto il periodo del volo (indicativamente fino alla fine di luglio).
Attenzione ai divieti sull’uso di determinate sostanze attive riportati nei Regolamenti comunali di polizia rurale.
A cura di Fiorello Terzariol