Bollettino Agronomico 08 2016

VITE: DGR del Veneto sulla Lotta alla Flavescenza dorata

Meteo: dal 29 maggio e prime due decadi di giugno caratterizzate da piovosità e basse temperature.
Fenologia: sul territorio si riscontrano fasi fenologiche che variano da fine fioritura/allegagione/grano di pepe (Glera..) a prechiusura/chiusura del grappolo per le varietà a maturazione precoce (Chardonnay e Pinot).
Patologie: sempre più frequenti i riscontri della Peronospora nei nostri ambienti viticoli, sia su foglia che su grappolo, ma ancora in maniera “contenuta” rispetto a quanto potenzialmente si potrà evidenziare se continuerà l’andamento meteo negativo che ci ha accompagnato finora.
Si consiglia di intervenire con il prossimo antiperonosporico (ogni “finestra” di bel tempo…) con prodotti ad azione endoterapica citotropica, oppure iniziando ad utilizzare sostanze che si “aggrappano” alle cere (cerodinamici) in particolare degli acini, tipo Zoxamide, Ametoctradin, Amisulbrom.
Contro l’ Oidio si ricorda di abbinare agli antiperonosporici endoterapici, antioidici con pari durata di protezione.
Per le varietà (a grappolo compatto e di un “certo pregio”) che sono in fase di prechiusura grappolo si consiglia, dopo aver eseguito la necessaria potatura verde e/o palizzamento della vegetazione per esporre al meglio i grappoli, l’intervento con un antibotritico specifico, tipo Ciprodinil+Fludioxonil, Fenexamide, Fludioxonil, Fluazinam, Fenpyrazamine, Pyrimetanil… e Bacillus subtilis o Bacillus amyloliquefaciens o Aureobasidium pullulans (aziende biologiche...tra cui anche il Bicarbonato di potassio antioidico).
Sono iniziati (attorno al 13-14 giugno) i voli delle Tignole (prioritariamente Eupoecilia a.) di seconda generazione. Contro questi lepidotteri, oltre ai Regolatori di crescita, tipo il Metossifenozide e il Tebufenozide da posizionare dal 21 giugno.. e sempre dopo aver falciato l’erba del vigneto per allontanare gli insetti pronubi (tra cui le api), possono essere impiegate anche la Chlorantraniliprole (a scelta le combinazioni contro lo Scaphoideus t.) e l’Emamectina benzoato.

F L A V E S C E N Z A D O R A T A D E L L A V I T E
La Regione Veneto con proprio Decreto n. 14 del 7 giugno 2016 applica anche quest’anno le “Misure per la lotta obbligatoria contro la Flavescenza dorata della vite”.
Tale obbligo comporta il trattamento insetticida nei vigneti in cui è accertata la presenza della cicalina Scaphoideus titanus vettore della malattia, questo per l’intero territorio viticolo della regione Veneto.
CONDIFESA TREVISO C. e. c. a. t. ....t
LOTTA alla FLAVESCENZA DORATA DELLA VITE
DGR Veneto n. 14 del 7 giugno 2016
Trattamenti insetticidi indicati nei vigneti per combattere la cicalina Scaphoideus titanus vettore della Flavescenza dorata.
1) BUPROFEZIN; IGR (insetticida regolatore di crescita che agisce sulla muta degli insetti), attivo sulle Cicaline che infestano la vite (scafoide, verde e gialla), ma anche contro le Cocciniglie (non ammesso sulle Tignole dell’uva). Da irrorare tra lunedì 20 e lunedì 27 giugno.

2) INDOXACARB; (ovi-larvicida, NO regolatore di crescita). Agisce sia sullo Scaphoideus che sulle Tignole. THIAMETHOXAM; specifico contro le Cicaline (ammesso nella lotta alle Tignole solo se in miscela con Clorantraniliprole, in questo caso anticipare l’intervento); ACETAMIPRID; agisce per ingestione. Specifico in particolare contro gli insetti ad apparato boccale pungente-succhiante (Cicaline, Cocciniglie, Fillossera...). Da applicare tra lunedì 27 giugno e lunedì 4 luglio.

3) CLORPIRIFOS ETILE; Fosforganico attivo contro le Cicaline e le Tignole della vite. CLORPIRIFOS METILE; ammesso contro le Tignole, ma talvolta anche contro le Cicaline (comunque fare sempre attenzione a tutto ciò che viene riportato sull’etichetta degli agrofarmaci da utilizzare e attenzione ai divieti sull’uso di determinate sostanze attive riportati nei Regolamenti comunali di polizia rurale, in particolare nell’area della Docg Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore).

A cura di Fiorello Terzariol

La data per l’applicazione di tali prodotti sarà comunicata nei prossimi bollettini.
Per i viticoltori aderenti ai programmi di “agricoltura biologica” Reg. CE 834/2007, si indicano due trattamenti insetticidi da effettuarsi a distanza di 7-8 giorni, nel periodo 19-22 giugno con prodotti a base di SALI POTASSICI DI ACIDI GRASSI (contro le prime età dell’insetto) e in alternativa, o in seconda battuta, con PIRETRO NATURALE (contro gli adulti..) e Piperonil butossido (quest’ultimo non ammesso nelle uve destinate alla vinificazione dei vini esportati negli Stati Uniti d’America), in due interventi a distanza di 7- 10 giorni. In questo caso, le date saranno comunicate nei prossimi bollettini.
Intervenire con gli insetticidi verso sera, bagnando bene tutta la pianta, irrorando inizialmente i filari esterni del vigneto (perimetro).
Si ricorda infine di trattare tutti i vigneti soprattutto i giovani impianti (anche quelli abbandonati o trascurati..), applicando tutti gli accorgimenti necessari (sfalcio dell’erba, ecc.), per la salvaguardia dell’entomofauna utile, tra cui le api (L.R. n. 23 del 18/04/1994, art. 9, comma 4)!
L’inosservanza delle misure di contenimento della Flavescenza dorata della vite descritte dal DGR del Veneto n. 14 del 7 giugno 2016 comporterà una sanzione amministrativa pecuniaria da 500,00 a 3.000,00 euro, ai sensi dell’art. 54, comma 23, del D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 214.
Le indicazioni riportate nel presente comunicato sono di concerto tra gli organismi che compongono il gruppo viticolo di difesa integrata delle province di Treviso, Venezia e Belluno.