Bollettino Agronomico 07 2016

VITE: TRA FIORITURA E AVANZATA ALLEGAGIONE
Meteo: continua l’inesorabile andamento di grande variabilità meteorologica, con poco sole e lunghe giornate fredde e piovose.
Fenologia: grande difformità fenologica in questa prima parte della stagione viticola: Chardonnay e Pinot grigio si avviano alla prechiusura del grappolo (attenzione ad utilizzare l’antibotritico per tempo).
La Glera sta evidenziando la fine fioritura-inizio allegagione in pianura e collina a est della provincia trevigiana, mentre la stessa varietà si trova ad inizio fioritura nell’area attorno a Valdobbiadene.
Previsioni inizio vendemmia: Pinot grigio e Chardonnay nell’ultima decade di agosto, mentre la Glera ad iniziare dalla seconda decade di settembre…!
Patologie: situazione di grave rischio “esplosivo” nei confronti della Peronospora, dopo le continue piovosità che hanno e che stanno interessando il nostro territorio viticolo dal mese di maggio.
Il prossimo intervento antiperonosporico dovrà essere effettuato appena possibile (alla prima “finestra” di bel tempo), con prodotti endoterapici citotropici, o ancora per questo trattamento, con sostanze ad azione sistemica.
Contro l’ Oidio (non abbassare la guardia, anche se le attuali condizioni sembrano avverse allo sviluppo di tale fungo), si ricorda di abbinare agli antiperonosporici endoterapici, antioidici con pari durata di protezione, tipo Triazoli o I.B.S., Metrafenone, Spiroxamina, Cyflufenamide, Trifloxystrobin…
IN BREVE: Continuano i monitoraggi sulle nascite e sulle età (molto lenta l’evoluzione quest’anno dell’insetto, per ovvi motivi meteo più volte riportati) dello Scaphoideus titanus vettore della Flavescenza dorata. Comunque al più presto saranno date le opportune indicazioni di lotta insetticida, anche sulla base del Decreto della Regione Veneto n. 14 del 7 giugno 2016 sulle “Misure di lotta obbligatoria contro la Flavescenza dorata della vite” (che riporta, come “novità”, le stesse indicazioni emanate nelle ultime annate…).
Permangono anche le manifestazioni da “Virosi del Pinot grigio” e dei Giallumi da clorosi, ma anche da Fd e/o Legno nero. Primi riscontri della Cocciniglia (Planococcus e Parthenolecanium): da intervenire eventualmente dove solitamente si presentano tali insetti e solo dopo la fine della fase fiorale! Attenzione ai divieti sull’uso di determinate sostanze attive riportati nei Regolamenti comunali di polizia rurale, in particolare nell’area della Docg Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore (seguire il Protocollo Viticolo di tale area) .
Nel caso di adesione ai Disciplinari di Produzione Integrata della Regione Veneto (es. PSR 3.1.1 e 3.2.1 - Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari), le aziende ubicate al di fuori dei Comuni aderenti ai Regolamenti sopra riportati, sono obbligate a seguire le Linee Tecniche di Difesa Integrata del Veneto (vedi Vademecum Viticolo).

A cura di Fiorello Terzariol