Come associarsi

Possono essere soci del Consorzio tutti gli utilizzatori delle Denominazioni del Consorzio medesimo - sottoposti al sistema di controllo di cui D.lgs 61/2010 - che esercitano una o più attività produttive:
viticoltura e/o vinificazione e/o imbottigliamento, e cioè gli imprenditori agricoli singoli o associati, le imprese, qualunque sia la loro forma giuridica, le cooperative e cantine sociali esercenti una o più delle predette attività produttive. L'ammissione al Consorzio è garantita a tutti i soggetti partecipanti al processo produttivo dei vini tutelati e deve essere richiesta mediante domanda scritta. La qualità di socio si acquisisce in seguito al versamento della quota di ammissione e del contributo di avviamento di cui alla legge 22/12/2008 n. 201, eventualmente previsto per i nuovi utilizzatori della Denominazione, da effettuare entro un mese dalla comunicazione del provvedimento della quota di ammissione.

Ricordiamo che per associarsi è necessaria l'osservanza dello Statuto Consortile scaricabile nella sezione “Documenti utili”.