Enologia e ricerca, un lievito autoctono per il Lison Docg

Giovedì 17 luglio alle ore 18
presso la sala concerti di Palazzo Moro in via Garibaldi ad Oderzo
si terrà la presentazione del protocollo di utilizzo
del lievito autoctono selezionato per il Lison classico Docg.

Con lo scopo di rafforzare l’identità del vino Lison classico, l’Università di Padova in collaborazione con Veneto Agricoltura e il Consorzio Vini Venezia, ha svolto una ricerca per la selezione di lieviti autoctoni nell’area della DOCG Lison. Il progetto, durato quattro anni, è iniziato con un capillare campionamento per la raccolta di grappoli d’uva e porzioni di tralcio nei vigneti della varietà Tocai.
Dalla ricerca emerge che esistono le basi genetiche per poter affermare che i lieviti isolati nella DOCG Lison sono specifici e associati unicamente alla varietà Tocai e che esaltano le caratteristiche varietali.
In occasione dell’incontro saranno presentati i risultati della ricerca ed il protocollo di utilizzo del nuovo lievito.
Interverranno:
Veneto Agricoltura
Università degli Studi di Padova
Bioagro

Relazione tecnica
Bioenologia 2.0 s.r.l.

Conclusioni:
Giorgio Piazza, presidente del Consorzio Vini Venezia

A seguire, alle ore 20.45 presso Palazzo Foscolo (via Garibaldi, 65) si terrà la presentazione della nuova rassegna Malanotte d’estate, che riunisce in un unico circuito tutte le manifestazioni ed iniziative dedicate ai Vini del Piave (promossa da Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Treviso e Comitato provinciale Unpli).